Fonderia Velo - Catalogo generale 2018

44 ACCESSORI PER CHIUSINI FONDERIA VELO T3 Coni di supporto / Riparazione Codice Dn (mm) Dz (mm) D1 (mm) D2 (mm) H (mm) Peso (Kg) Classe (kN) € T3 680 680 1050 840 815 200 77,0 D400 88,00 Codice Dn (mm) Dz (mm) D1 (mm) D2 (mm) D3 (mm) H (mm) H1 (mm) Peso (Kg) Classe (kN) € T3 615 615 950 840 780 700 180 85 52,0 D400 67,45 Codice Dn (mm) Dz (mm) D1 (mm) H (mm) Peso (Kg) Classe (kN) € T3 315B 365 600 510 200 25,0 B125 a richiesta T3 315D 365 600 510 200 30,0 D400 35,20 T3 400 425 595 535 150 17,0 B125 a richiesta T3 425 500 770 680 200 42,0 D400 46,95 Cassaforma ausiliare La cassaforma pneumatica leggera PU-TS consente di realizzare lo strato di compensazione e riparazione dei dispositivi di coronamento di pozzetti fognari. • Protegge il foro del dispositivo di coronamento dalla perdita della massa livellante, sigillando perfettamente il punto di applicazione. Altezza mas- sima della cassaforma 150 mm. • Durante l’applicazione della massa livellante la cassaforma permette di controllare visivamente il processo e il corretto riempimento degli spazi. • Pluriuso, resistente all’incollamento delle masse livellanti sia a base di cemento che di resine indurite chimicamente. • Resistenza termina a breve durata fino 160°C - è ammesso il contatto con masse di asfalto caldo. • Facile montaggio e smontaggio - si può togliere la cassaforma una volta ultimata la posa del dispositivo di coronamento • Pressione di lavoro 0,2 bar. Le casseforme pneumatiche PU-TS 500 servono per la realizzazione dello strato di riparazione nelle caditoie pluviali di diametro DN 450 e DN 500. Per i dispositivi di coronamento dei chiusini d’accesso DN 600 si consiglia l’utilizzo delle casseforme PU-TS 600 mentre per i dispositivi di coronamen- to DN 626 si consigliano le casseforme PU-TS 625. Su richiesta del cliente possiamo fornire le casseforme pneumatiche di altre dimensione e forme (per es. quadrate, rettangolari). Massa sigillante Per congiungere e sigillare il telaio del dispositivo di coronamento superficiale con gli anelli distanziali, o con altri elementi del sistema TVR T, si deve utilizzare un sigillante a base di polimeri per plastica. La massa sigillante non è un materiale livellante; dopo l’applicazione del sigillante sistemare un altro elemento del dispositivo di coronamento e premere forte per distribuire bene la massa. Applicare il sigillante con l’apposita pistola, mettendo un filo continuo di 3-5 mm lungo il perimetro esterno ed interno dell’anello distanziale. L’applicazione del sigillante migliora la tenuta del dispositivo di coronamento. Gli elementi del sistema TVR T durante il loro utilizzo, a segui- to del carico dei chiusini e delle caditoie, tendono ad autosigillarsi sfruttando la struttura speciale della superficie. La massa sigillante deve trovarsi tra tutti gli elementi del dispositivo di coronamento dei chiusini e della caditoie e anche il telaio in ghisa deve essere sigillato al primo anello. Un prodotto idoneo è rappresentato dalla massa sigillante Wurth colla+si- gillante Fast. Il tubetto di 300 ml dovrebbe sigillare 8-10 anelli distanziali. Nelle strutture che utilizzano in modo alternato gli elementi in plastica e ce- mento si consiglia di applicare le masse di asfalto-caucciù visto che le super- fici di cemento non sono lisce. Non utilizzare le malte a base di cemento tra gli anelli TVR T. Le masse a base di cemento possono essere utilizzate come supporto, fondazione fissa per la costruzione del dispositivo di coronamento realizzato con gli anelli e con altri elementi del sistema TVR T. Anelli di rialzo - Sistema TVR T 2.1

RkJQdWJsaXNoZXIy MTk3ODYw